Ultima modifica: 23 Marzo 2020

Attività


Giorno della memoria 2020 – Plesso Buonocore

All’interno dell’Unità di Apprendimento “Tutti diversi ma tutti uguali” le terze, le quarte e le quinte hanno svolto un’attività sulla Shoah. E’ stata scelta una storia diversa, non tragica, per apportare un esempio positivo di umanità e fratellanza all’interno delle brutture della Shoah. Inoltre è una vicenda che si è svolta geograficamente vicino a noi, nel paesino di Campagna in provincia di Salerno.

E’ stato montato un video sulla storia del Sig. Remo Tagliaferri, un agente di polizia salernitano d’adozione che durante la Seconda Guerra Mondiale è stato il custode del Campo di internamento di Campagna. La notte prima che arrivassero i tedeschi a prelevare gli ebrei, lì rinchiusi per deportarli nei lager nazisti, il sig. Tagliaferri li fece scappare da una finestra e si dette anche lui alla fuga, per non essere fucilato a sua volta, in quanto aveva disobbedito agli ordini delle SS. La fuga durò per un lungo periodo di tempo durante il quale si rifugiarono sulle montagne di Acerno. Quando i tedeschi si sentirono braccati dagli Alleati, i fuggitivi si ritirarono a Cassino e non furono più cercati. Il Sig. remo Tagliaferri è stato colui che materialmente ha dato seguito all’opera di Giovanni Palatucci e di suo zio Monsignor Giuseppe Maria Palatucci; in quell’occasione si salvarono circa un centinaio di ebrei. Il Sig. Remo Tagliaferri ha ricevuto vari riconoscimenti e il suo paese di origine ha proposto la sua storia allo Yad Vashem per farlo proclamare “Giusto tra le Nazioni”.

Il video è stato fatto visionare a tutte le classi, poi ognuna a suo modo ha rielaborato con cartelloni, produzioni scritte, rappresentazioni grafiche questa storia.

Si ringraziano i figli del Sig. Remo per la disponibilità e le informazioni fornite. 

 

La pagina più importante di questa storia: LA FUGA. Remo, dopo aver fatto tagliare la rete metallica che chiude una finestra, scappa con loro e guida gli ebrei verso le montagne di Acerno, mentre la mano nera dei nazisti cerca di acciuffarli.

30 NOVEMBRE
“Giornata mondiale dei diritti dei bambini”, Trent’anni fa la convenzione per tutelare i più piccoli.

Sono passati ormai 30 anni da quando, il 20 Novembre 1989, per la prima volta fu adottata una convenzione internazionale per tutelare e
proteggere i bambini di tutto il mondo.
Tante le attivita’ svolte nel nostro Istituto per  celebrare questo evento e ifar conoscere  ai nostri allievi quelli che sono I propri
diritti ma anche per  ricordare agli adulti che bisogna adoperarsi per far sì che vengano rispettati.
Alcune immagini di quanto svolto nei plessi di Calenda, Fratte e Matierno.




Link vai su